” Leggende narrano che il mondo in cui abitiamo sia la terra di mezzo su cui convivono diverse realtà e credenze di diversi mondi paralleli esistenti:

un mondo in cui le influenze positive delle varie realtà  intorno lo rendono unico e irripetibile, perchè completo di tutte le sfaccettature degli altri mondi :

 l’equilibrio tra le realtà è la nostra Terra.

A turno e in diversi momenti dell’anno i rappresentanti delle altre realtà influiscono sulla nostra terra:

Il Mondo dei colori fa risplendere i nostri, di giorno, e li mette a dormire, di notte

Il Mondo della Natura risveglia le piante dall’inverno e le aiuta a crescere forti e vigorose

Il Mondo delle fate da libero sfogo alla nostra creatività nei nostri sogni, rendendoci capaci di tutto, tramite la nostra fantasia

Il Mondo della Cortesia ci ispira a rapportarci a modo e con eleganza

Il Mondo delle Festività ci ricorda di celebrare le persone che amiamo, quando ne vien la cadenza

Il Mondo dell’arte ci insegna che tutto più esser in maniera diversa, rispetto al punto da cui lo “viviamo”

…e tanti altri mondi contribuiscono alla nostra essenza,in sereno accordo

di influire ma non influenzare, la nostra esistenza, senza mai esserci davvero. Una regola che manteneva l’equilibrio,ma privava agli abitanti dei vari mondi di viver l’umanità, e il suo grande dono:

 l’ aver dentro tutte le sfaccettature dei loro mondi. un privilegio, secondo loro.

 Babbo Natale, molto tempo fa,

sentì l’esigenza di infrangere un poco questa regola:

decise di partire come di consueto per ricordare alla terra di celebrare il Natale, ma ne divenne figura viva, esistente per tutti noi. Anche solo per una notte, lui era sulla terra, e tutti noi lo sapevamo, a distribuire doni per render il Nostro Natale ancora più speciale. 

Gli altri personaggi delle Feste, dal mondo delle festività, ben presto ne seguirono l’esempio, scoprendo che noi eravam pronti, non solo a ricordarci delle persone più care nelle festività ,ma anche a conviver con l’idea, della loro esistenza.

CAPITOLO 1° JCV : Babbo Natale non si fermò qui: ma decise di cercare un città in cui pian piano, coinvolgere tutti i personaggi del suo Mondo, avendo più tempo per viverne il posto e porre le basi per diventare vero e proprio Ambasciatore dei mondi: e trovò Jesolo.

Portò in dono il Grande albero di Natale, la cui impareggiabile altezza avrebbe potuto esser faro nella notte, per indicar la strada agli abitanti degli altri Mondi, e cedette in custodia al Comune la Chiave, che accende il Grande l’Albero e con lui, le  festività Natalizie.

CAPITOLO 2° JCV: l’Esperimento è più che riuscito, Elfi e Nataline  (persino la Befana!) si godono la bontà degli abitanti di Jesolo,  e di tutti quelli venuti da altri paesi a visitar il mercatino e a viver le festività con le loro famiglie:

Babbo Natale è al cospetto del grande albero, il flulcro di Tutto. Gioisce fiero del suo operato, incantato dall’Albero che brilla più che mai, carico del potere del Natale che si amplifica sempre più, ad ogni sorriso, ad ogni abbraccio della gente

Li nasce l’IDEA. Attraverso il grande Albero può convocare non solo tutti gli abitanti del SUO mondo , quello delle Festività:

 ma può spingersi oltre vista l’enorme energia accumulata, e convocare Tutti i rappresentanti degli altri Mondi !

In modo che vedano e vivano anche loro, che magnifico mondo è riuscito a creare a Jesolo.

CAPITOLO 3° JCV:

Jesolo Christmas Village è ufficialmente la metropoli di tutti i mondi: i Rappresentanti, tornati a casa, hanno raccontato la loro esperienza, e cancellato, con voto unanime, il confine tra i vari Mondi: chiunque ora può lasciarsi guidare dal Grande Albero, e raggiunger Jesolo per festeggiare il Natale  .

Ma la creatività di Babbo Natale non ha limiti:

si dice che stia progettando un modo per far visitar anche a Noi gli altri mondi , durante lo Jesolo Christmas Village !”

CAPITOLO 4° JCV:

Jesolo Christmas Village è ormai meta di vacanze invernali di tutti i mondi: i personaggi dei vari mondi fantastici ormai girano per il villaggio come turisti abitudinari , completamente integrati alle gente del posto e ai turisti del nostro di mondo. Babbo Natale è entusiasta del suo operato, e ben deciso di darci modo di viver, a poco a poco, tutte le peculiarità dei vari mondi fantastici;

Quello scelto per noi quest’anno è quello dell’arte circense: una delegazione corposa di artisti infatti è sbarcata nel villaggio, pronta a insegnarci i segreti della loro arte e a coinvolgerci nei loro giochi itineranti e nei loro spettacoli. Il circo è il tema principale di questo natale: e quando meno te lo aspetti potresti trovarti anche tu coinvolto per le strade in funamboliche imprese circensi, da protagonista assoluto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *